Hypoxis hemerocallidea (Patata africana)

La patata africana, una pianta indigena dell’Africa, viene raccolta dai Sangoma (Sciamani locali) nelle foreste di Kwa Zulu Natal e Pondoland. E’ utilizzata per trattare molte malattie, tumore incluso. I principi attivi di questa pianta includono il Sitosterolo e le Sitosteroline, assieme ad un componente fenolico anti-tumorale: l’Ipossoside. Il Sitosterolo e le Sitosteroline hanno un comprovato effetto benefico sul sistema immunitario dell’uomo. I poteri curativi della pianta sono stati scientificamente studiati e sono stati accolti come un’importante innovazione nella lotta ai tumori. Il Prof. Ben Smith, primario del reparto di oncologia dell’ospedale Tygerberg di Città del Capo, ha trattato pazienti affetti da tumore avanzato scoprendo che esso ne aumenta la speranza di vita. Le vittime del tumore al pancreas solitamente muoiono entro quattro/sei mesi dalla diagnosi, ma dopo una terapia a base di Sterolo ottenuto dalla pianta, sono sopravvissuti per un anno o più. I pazienti affetti da tumore hanno anche riscontrato un alleviamento degli sgradevoli effetti collaterali della Chemio-Terapia, in quanto il prodotto potenzia il sistema immunitario profondamente compromesso dalla Chemio-Terapia