La Betaina (Trimetil-Glicina, TMG)

 

La Betaina, presente nelle Barbabietole da Zucchero, interviene nella trans-metilazione, cioè nel processo per mezzo del quale i gruppi metilici (CH3) sono trasferiti da una molecola ad un’altra: un processo biochimico indispensabile per il metabolismo cellulare .

Accanto alla Metionina e alla Colina, essa fornisce così gruppi metilici alla cellula.

Si ritiene che l’introduzione nella Dieta di questo integratore alimentare può aiutare i processi di recupero nelle affezioni degenerative come il Cancro.

Fondamentalmente, la Betaina è un agente metilante che svolge un ruolo importante soprattutto nel processo di detossificazione dell’Omocisteina (potente ossidante e generatore di radicali liberi) in Metionina. L’organismo vivente metabolizza infatti solo piccole quantità d’Omocisteina ed è noto che in grandi quantità essa è tossica: si può quindi affermare che l’Omocisteina è un ottimo indicatore biochimico dell’efficienza della metilazione da parte delle cellule.

La Metionina (prodotto di metilazione dell’Omocisteina) produce elevate concentrazioni di SAM (S-adenosil-Metionina): un donatore di gruppi metilici; l’aumento di SAM è utile sia nella prevenzione sia nel trattamento di diversi disordini metabolici inclusi quelli causati da gravi stati di deficit organico, come nel paziente neoplastico.

Se si somministrano adeguate quantità di Vitamina B6 (es: Germe di Grano), molta dell’Omocisteina prodotta viene convertita in Cistatione, un importante antiossidante naturale.

Metà dell’Omocisteina normalmente prodotta dall'organismo viene detossificata in questo modo; l’altra metà viene detossificata attraverso un ulteriore processo (trans-metilazione): il 5-metil-tetra-idrofolato, prodotto dall’acido folico, cede il suo gruppo metilico all’Omocisteina convertendola in Metionina.

La dose raccomandata è di un grammo al giorno.

Da parte dell'autore del presente lavoro, si ritiene però che la Barbabietola da Zucchero non dovrebbe figurare nel menù giornaliero del paziente oncologico, ma solo la Betaina: con valore aggiunto di efficacia nella cura anti-tumorale ancora da valutare, essendo comunque vicariata la sua azione anti-ossidativa sia dalla Colina che dalla Metionina.