ERBA D'ORZO

L'alimento più completo. Provenienza Tibet, coltivato a un altitudine di circa 4000 m. secondo una tradizione di ben 7000 anni, simbolo di virilità e ritenuto dagli antichi egizi come "Dono sacro degli dei".

Funzioni e virtù: L'elemento principale dell'estratto d'orzo sono le foglioline ricche di clorofilla,

proteine, vitamine, e sali minerali capaci di combattere l'ulcera gastrica cronica, proteggere le

pareti dell'intestino e la carenza di pepsina, eliminare i pesticidi chimici presenti nei cibi,

ridurre le infiammazioni, disintossicare, eliminare la candida causa principale del tumore

(oncologo dott. Tullio Simoncini), deodorante e lassativa, senza alcun effetto collaterale. La

clorofilla può accelerare il processo di crescita di nuovi tessuti nel caso di ulcera. Non permette la

formazione di solfuro diventando così un'ottimo deodorante. Grazie alla hexacosanoicalina contenuta,

diminuisce la capacità intestinate di assorbire il colesterolo soprattutto nel caso di lipoproteine

(Lipidi) a bassa densità. La polvere di clorofilla PREVIENE la formazione dei trombi, causa principale

dell'infarto del miocardio e dell'embolia celebrale. Combatte i tumori. Le componenti della polvere di

clorofilla quali SOD.P 4-D1 e il 2-0-G1 svolgono un'efficacie azione anti-cancro, proteggendo

l'organismo colpito dai radicali liberi data la sua azione anti-radicali liberi mille volte superiore

rispetto a quella del Va e del Ve. Inoltre il P4-D1 è in grado di riparare le cellule danneggiate e

contrastare l'effetto tossico dei cancerogeni.

MANTIENE L'EQUILIBRIO DEL Ph E REGOLA LA CONCENTRAZIONE DI ZUCCHERI NEL

SANGUE.

Il SOD congiuntamente ad altre sostanze è in grado di regolare la pressione sanguigna.

Il GMS - 1 solubile in acqua svolge la stessa funzione dell'insulina, abbassando il tasso di zuccheri

presenti nel sangue.

Elimina le sostanze tossiche come il fumo - alcool, ecc.

E" il miglior alimento per la salute degli anziani, bambini, donne in stato di gravidanza, persone che

svolgono lavori pesanti, dopo un'Intervento chirurgico, accelera il problema di cicatrizzazione

stimolando la crescita di tessuti sani.

Ottimo contro le infiammazioni, disturbi mestruali, della gestazione e dell'allattamento.

 







Dal libro:
Erba d’orzo di
Barbara Simonsohn Ed. Tecniche Nuove

I succhi d'erba ci proteggono dalle crisi

L'importanza dei succhi d'erba per l'alimentazione umana è ancora poco conosciuta. Ciò che la scienza ha già scoperto circa il valore tera­peutico dei succhi d'erba dovrebbe però convincerci della necessità di includerli nella dieta per promuovere la salute fisica e mentale. Viktoras Kulvinskas, ex informatico e matematico presso la Harvard University e oggi noto salutista, sostiene che bere succhi d'erba in que­sti tempi difficili può aiutare l'organismo umano a sopravvivere ai dis­astri ecologici.5 Non è forse già un disastro ecologico il fatto che, ajcajisa dglTimpoverimento del suolo e dell'uso di fertilizzanti e pesticidi sintetici, la frutta e la verdura non contengono più le concentrazioni necessarie di vitamine, minerali e oligoelementi come_selenio e magnesio? Sembra che l'uomo sia geneticamente adattato a queste sostanze, che solo cinquantanni fa erano ancora presenti nei prodotti agricoli.

Al giorno d'oggi una delle misure salutistiche più amate è l'uso dei succhi di cereali (donald c. healton, u.s. department of health and welfare)

Già negli anni Cinquanta le pubblicazioni scientifiche sull'erba d'orzo apparse negli Stati Uniti sostenevano che questojjrpdotto contiene tutti i nutrienti necessari al corpo umano (eccezion fatta per la vitamina D, smtetizzala_nella-pelle). Questa combinazione di nutrienti fa dell'erba di grano e dell'erba d'orzo un "alimento straordinariamente potente".6 L'erba d'orzo è una verdura verde biologica di prima qualità che con­tiene betacarotene, calcio, clorofilla, fibra, ferro e vitamina JC in forma concentrata; è anche una buona fonte di proteine facilmente assimilabi­li dall'organismo, nonché di vitamina C, vitamina B12, acido folico, vitamina B6 (piridossina) e molti altri oligoelementi. Il fatto importante è che i singoli componenti dell'erba d'orzo agiscono in modo sinergico all'interno dell'organismo. Ronald Seibold tiene a preci­sare che le tavolette d'erba d'orzo non sono tavolette multivitaminiche. Si tratta piuttosto di una combinazione concentrata di nutrienti, presenti in tutte le verdure di colore verde scuro di buona qualità, che agiscono con­giuntamente per il benessere del corpo nella sua totalità. Le erbe di cerea­li, come l'erba d'orzo, contengono nutrienti che sostengono le funzioni interconnesse dei nostri sistemi vitali e dei processi fisiologici. Riflettendo sulla perfezione con cui i vari nutrienti presenti nell'erba d'orzo interagiscono sinergicamente, non si può che raccomandare di ricorrere a questo alimento anziché fare uso di pillole. Nel paragrafo "Aspetti nutrizionali dell'erba d'orzo", a pag. 26 ss., sono riportati alcu­ni esempi per illustrare l'interazione sinergica di alcuni dei nutrienti presenti nell'erba d'orzo.

La vitamina C è necessaria all'assorbimento di calcio e ferì». Il ferro è indispensabile all'organismo per trasformare il betacarotene in vitami­na A. Calcio e piridossina (vitamina B6) contribuiscono all'assorbimen­to della vitamina B12, che non può essere attivata senza acido folico. Tutti questi nutrienti sono presenti nell'erba d'orzo, insieme a molti altri che supportano funzioni simili.

Altri esempi dell'interazione sinergica dei nutrienti sono citati nel libro del dottor Yoshihide Hagiwara Green Barley Essence (Essenza d'orzo verde) (vedi "Bibliografia", pag. 155 ss.). Studi scientifici effettuati dal dottor Maurice E. Sili della Cornell University hanno dimostrato che il livello di calcio e di potassio nei fluidi corporei diminuisce in mancan­za di magnesio, anche quando tali minerali vengono ingeriti in quanti­tà sufficienti. Quando viene garantito un assorbimento adeguato del magnesio, i livelli di calcio e potassio aumentano automaticamente. Il dottor Sili riferisce che il magnesio è indispensabile per una corretta mobilitazione del calcio nelle ossa e nei tessuti, nonché per trattenere il potassio nelle cellule.8 È stato dimostrato che lo stress, un lavoro fisico pesante, lo sport e il lavoro notturno causano un maggiore immagazzi­namento di sodio e una maggiore eliminazione di potassio, il che si tra­duce in un affaticamento costante. Quando il contenuto di potassio è troppo basso, l'organismo rallenta i movimenti muscolari e i processi mentali al fine di evitare un'ulteriore perdita di questo minerale; di con­seguenza ci sentiamo stanchi e assonnati.9 T/erha H'or7,o_è_un'ottima fonte di potassio.

Lo scrittore tedesco Hans-Guenter Berner critica anche la tendenza a utilizzare nutrienti "miracolosi" isolati e scrive: "La composizione del nostro cibo è troppo intelligente perché un solo ingrediente attivo possa essere la chiave della felicità".10 È evidente che l'efficacia di una sostan­za vitale dipende dalla forma e/o dal composto chimico in cui viene offerta all'organismo. "I preparati a base di sostanze vitali sviluppati in modo intelligente sono quindi orientati al progetto della natura e non alla provetta del produttore di vitamine".11 L'erba d'orzo in polvere, con la sua combinazione e concentrazione naturale di nutrienti, soddisfa esattamente questo prerequisito per un integratore alimentare creato dalla natura.

Erba d'orzo o erba di grano?

Lo scrittore Ronald L. Seibold considera il succo d'erba d'orzo e i pro­dotti da questo ricavati equivalenti a quelli dell'erba di grano. Tuttavia, esistono apparentemente disturbi per i quali l'erba d'orzo è preferibile all'erba di grano.

È possibile seguire terapie a base d'erba di grano e seminari sulla nutri­zione con alimenti vitali presso gli istituti fondati dalla dottoressa Ann Wigmore negli Stati Uniti, a Puerto Rico e in Europa.2

Orzo e pazienti affetti da Candida

Secondo le stime attuali, dal 30 all’80 % della popolazione dei paesi industrializzati soffre di micosi (malattia indotta da funghi) e una delle forme più diffuse è quella provocata da Candida_albicans. Con le sue tos­sine metaboliche, il fungo danneggia e indebolisce l'organismo. Esiste il rischio che la micosi si diffonda dall'intestino, dove si sviluppa inizial­mente, agli organi interni e al cervello. La micosi è alimentata da tutti gli alimenti dolci, contenenti zucchero, compresa quindi l'erba di grano dolciastra. I pazienti affetti da Candida dovrebbero quindi evitare il succo d'erba di grano e il suo estratto in polvere! Il glucosio in esso con­tenuto rappresenta "l'alimento ideale per i funghi intestinali".
Halima Neumann ha scoperto che disturbi come acidosi, cancro e sclerosi multipla sono quasi sempre preceduti da una proliferazione fungina. La scrittrice racconta che sei mesi di digiuno terapeutico con succo d'erba di grano e succhi di papaya verde non erano bastati a curare decenni di sofferenza dovuta alla Candida; solo modificando la terapia e passando all’erba d'orzo amarognola era riuscita a raggiungere la desi­derata condizione di normalità e a sconfiggere la sensazione di "ventre dilatato".
I pazienti affetti da Candida dovrebbero quindi preferire l'erba d'orzo agro-piccante e/o alghe verdazzurre all'erba di grano dolciastra. Il dottor Yoshihide Hagiwara riferisce numerosi casi di pazienti affetti da Candida liberati dai funghi nel giro di poco tempo dall'inizio della terapia grazie all'erba d'orzo in polvere.

Aspetti nutrizionali dell'erba d'orzo

Concentrazione di nutrienti

L'erba d'orzo risulta superiore all'erba di grano rispetto al livello di con­centrazione della maggior parte dei nutrienti. Questo significa che l'er­ba d'orzo contiene circa il doppio di calcio, facilmente assimilabile, e il doppio di potassio, importante per l'equilibrio acido-base. Al tempo stesso, rispetto all'erba di grano, l'erba d'orzo contiene meno della metà di fosforo, un elemento che è presente in eccesso nella moderna dieta dell'uomo civilizzato. Gli esperti, come Halima Neumann, attribuisco­no al fosforo problemi quali l'iperattività nei bambini e i disturbi del sonno in generale. Inoltre l’erba d'orzo è più ricca di clorofilla e di enzi­mi rispetto all'erba di grano.

Tolleranza

Non tutti tollerano il succo fresco d'erba di grano; in alcune persone provoca una sensazione di nausea. Il succo d'erba d'orzo, invece, sia quello appena spremuto sia la polvere sciolta in un liquido, non provoca problemi di stomaco; questo probabilmente perché, essendo alcalina, l'erba d'orzo neutralizza l'eccesso di acido gastrico. Il dottor Yoshihide Hagiwara ritiene che molti prodotti a base di erbe di grano vengano metabolizzati dall'organismo come acidi. A mio avviso questo è dovu­to alla denaturazione che si attua durante il processo di produzione (probabilmente a causa di temperature troppo elevate) perché l'erba di grano fresca, pur essendo meno alcalina dell'erba d'orzo, ha comunque un'alcalinità superiore alla media.