La vitamina F


Fonte: http://www.anagen.net/vf.htm

 

La vitamina F è indispensabile nella formazione della membrana cellulare e la loro carenza destabilizza il trasporto ionico attraverso la membrana, mantiene fluida la membrana delle cellule, conserva l ' elasticità delle pareti delle arterie, necessaria per il corretto funzionamento di tiroide, surrenali, mucose, nervi, nutre la pelle rendendola morbida ed elastica, mantiene fluido il sangue, modula l ' attività del sistema immunitario, utile nella prevenzione dei disturbi cardiaci, utile nel mantenere stabile il livello di colesterolo, aiuta ad evitare l ' aumento della pressione del sangue, utile nella prevenzione dell'asma bronchiale e dell'artrite reumatoide.

Contenuta in olio di semi (borragine, girasole, mais, oliva, ribes nero, zafferano il quale contiene il 65% di acido linoleico fa regredire rapidamente le alterazioni causate da carenza (eritema e desquamazione del cuoio capelluto, caduta di peli e capelli)).

La carenza comporta una carenza di produzione di prostaglandine, particolari acidi grassi presenti nella prostata, cervello, reni, liquido seminale e mestruale.

Quando vi è una quantità sufficiente nell'alimentazione di acido linoleico, gli altri due acidi grassi essenziali possono essere sintetizzati da esso.

Il fabbisogno di acidi grassi insaturi aumenta in proporzione alla quantità di acidi grassi saturi ingeriti. Anche un'alimentazione a base di carboidrati aumenta il fabbisogno di acidi grassi insaturi.

L ' assunzione di acidi grassi dovrebbe comprendere acidi grassi essenziali nella misura di almeno l'1 % delle calorie totali.

Quando aumenta l ' assunzione di grassi e di olii deve essere aumentato anche l ' apporto della vitamina E e di altri antiossidanti.

Gli acetilsalicilati, gli antiartritici, il cortisone e i beta-bloccanti inibiscono la produzione degli acidi grassi a partire dall ' acido linoleico.

------------------------------------------------------------------------------------------------

Fonte: http://www.erboristeriaedaltro.com/
 

ACIDI GRASSI ESSENZIALI
( Vitamina F)

 

CONTROINDICAZIONI, non somministrare gli Omega 3 ai Diabetici

Gli acidi grassi non vengono formati dal nostro organismo ma ricavati dalla dieta, si chiamano EFA Essentian Fatty Acids, chiamati anche Vitamina F, e come grassi polinsaturi. Gli EFA si trovano in alte concentrazioni nel cervello, aiutano la trasmissione degli impulsi nervosi e cerebrali. I lipidi si definiscono più per la loro stabilità che per la loro struttura chimica Una assunzione dei grassi monoinsaturi ( cido oleico, olio di oliva) o polinsaturi ( acido linoleico, acido lielenico, olio di Lino) aiutano ad abbassare il tasso del colesterolo ed a prevenire le malattie cardiovascolari

ATTIVITA'

Si impiegano per abbassare il colesterolo, e la occlusione di colesterolo delle arterie e delle cellule, la pressione sanguigna, per ridurre il rischio di malattie cardiache, aiutano a prevenire l'artrite, riducono l'incidenza di tumore al seno, abbassano il colesterolo, sono utili nell'eczema, nella psoriasi, nell'arteriosclerosi. Sono essenziali nel trattamento della Candidosi, delle malattie coronariche, diminuisce la formazione di coaguli nel sangue, sono essenzilai per lo sviluppo cerebrale e per la memoria e l'apprendimento.

ACIDO LINOLEICO

Si trova in molti oli ( ad eccezione di quello di cocco e di palma)

QUALI ALIMENTI LI CONTENGONO:

OLIO DI LINO : E' ricco di Omega 3, di magnesio, di potassio di fibra, di Vitamine del gruppo B, di proteine e di zinco. Fibra. I semi hanno in basso contenuto di grassi saturi e di calorie e non contengono colesterolo

OLIO DI ENOTERA, OLIO DI RIBES NERO

Contengono grandi quantità di acido linoleico

OMEGA 3, ACIDI GRASSI A CATENA LUNGA ( pesce

Si trovano essenzialmente nel salmone, nello sgombro, nelle aringhe, nelle sardine ( pesci di acqua fredda e profonda), riducono la viscosità piastrinica utile nelle malattie cardiocoronariche.

OLIO DI PESCE EPA E DHA,

CONTROINDICATI : nel diabete e a dosi eccessive possono provocare carenze vitaminiche

Svolge una azione antinfiammatoria, riducono il colesterolo e i trigliceridi, utili nell'artrite, nelle malattie cardiovascolari, ipertensione, psoriasi, contengono due grassi a catea lunga EPA ( acido eicosapentaenoico) e DHA ( acido docoesaenoico) che intervengono nella sintesi delle prostaglandine ( sostanze ormono simili)

OMEGA 6

L'acido linoleico è un acidi grasso Omega 6 polinsaturo